Progetto ZERO SPRECO Progetto ZERO SPRECO - La seconda vita del cibo. Dona il cibo che butteresti via

Le grandi emergenze portano inevitabilmente a situazioni di disagio economico ed in questi mesi sono tanti i cittadini che vivevano una vita normale e che oggi invece faticano a fronteggiare la quotidianità.
E’ in questo contesto che si inserisce il progetto sperimentale, della durata di due mesi, prorogabili, “Zero Spreco – la seconda vita del cibo. Dona il cibo che butteresti via”, fortemente voluto dal Comune di Vazzola in collaborazione con la Caritas dell’Unità Pastorale Vazzola-San Polo.

Con questo progetto l'Amministrazione Comunale intende sfruttare una peculiarità del nostro territorio, l’abbondanza di orti che per loro natura hanno una produzione di frutta e verdura molte volte non prevedibile, in particolar modo, per alcune colture in determinati periodi si viene a creare una produzione superiore alle necessità della famiglia che ne trae sostentamento. L’eccedenza che si viene a determinare può tuttavia essere reintrodotta nella catena alimentare, in un’ottica di economia circolare, tramite la donazione, evitando quindi di sprecare del cibo che è ancora buono.

E poiché lo spreco non riguarda solo gli alimenti ma anche i farmaci, abbiamo deciso di sensibilizzare i cittadini alla raccolta dei farmaci non ancora scaduti.