Itinerari

Itinerario Ecologico Culturale Sportivo

Per gli appassionati delle passeggiate a piedi e in bicicletta è stato studiato un percorso ecologico-sportivo-culturale, appositamente fornito di segnaletica che porta a raggiungere, attraverso strade poco o niente trafficate del Comune di Vazzola, luoghi caratteristici e di grande rilievo paesaggistico. I punti più salienti riguardano: Parco Rossi, Borgo Malanotte, il Torrente Piavesella, le Vare, Via Cati, il vecchio mulino Favero, Via Monticano, casa “Marchetot” (De Marco). Lungo il percorso si incontrano palazzi, case rurali e reperti storici; il territorio dove è stato sperimentato per la prima volta il sistema di coltivazione della vite “la bellussera”. L’alveo del fiume Monticano, che si costeggia lungo il percorso è ricco di spumeggianti cascatelle; l’itinerario sfiora anche siepi centenarie e alberi secolari come la sofora nipponica e la “pisoera”; tratti incantevoli di paesaggio come nei pressi di casa Marchetot che è anche il punto di ristoro più interessante di tutta la passeggiata ecologica.

Itinerario Storico Artistico

Nel Comune di Vazzola esistono ancora oggi edifici di pregio artistico ed architettonico. Tra questi molti palazzi di antica nobiltà, le chiese, un oratorio, una colonna romana, molti capitelli ed edifici ancora frequentati per pregare e festeggiare il Patrono della Borgata.
Palazzo Tiepolo ricorda come alcune famiglie di patrizi veneti trascorressero nelle nostre campagne i loro periodi di villeggiatura. L’edificio, del 1600, si trova al centro della piazza Vittorio Emanuele ed è ora utilizzato come Sede Municipale. Conserva originale una parte dell’ala sinistra con il portone e le sovrastanti trifore. All’interno, nell’attuale Sala Consiliare , alle pareti si possono ammirare splendidi affreschi attribuiti a Gerolamo Pellegrini, raffiguranti scene della mitologia greca-romana che sembrano risalire alla fine del XVIII secolo. Gli affreschi rappresentano Apollo e Marsia, il ratto di Europa, Diana, il giudizio di Paride, il sacrificio di Ifigenia, Apollo, Pan, Venere. 
In Piazza Vittorio Emanuele si trova anche Villa Ghetta, ora Berna, che rappresenta un esempio di palazzo veneto con poggioli seicenteschi, frontone con cornice dentellata, foro centrale a tre pigne. In via San Francesco troviamo invece, Palazzo Righetti di antica nobiltà napoleonica, contraddistinto dallo stemma di famiglia. 
A Tezze si può ammirare l’imponente bellezza di Palazzo Concini-Malanotte, ora Rossi De Rubeis, con annesso oratorio del 1600, il tutto recentemente restaurato. Il Palazzo è di costruzione settecentesca con timpano coronato di vasi ornamentali, trifore e archi. Lo stemma della famiglia Malanotte è rappresentato da un orso che si arrampica su di una albero, impresso sul timpano. Annessi alla Villa conservano la loro bellezza gli insediamenti abitativi del Borgo, sorti in fasi successive e costituiti da tre schiere di case disposte in senso parallelo alla Strada della Colonna. Sono edifici di grande interesse storico e architettonico. Tutto il Borgo è sotto vincolo di tutela della Soprintendenza per i Beni Artistici e Architettonici del Veneto, è iscritto nell’elenco dei centri storici del Veneto e nell’Atlante dei luoghi di interesse artistico della Provincia.
Dinnanzi al Palazzo si erge la bianca Colonna romana con statua acefala in cima, giudicata dal Maschietto “un bell’esemplare monolitico di marmo pario, della più classica fattura di ordine composto”. Secondo tale stima dovrebbe provenire dall’isola greca di Paros, provincia romana (129 d.C.). Ritrovata nel 1772 durante degli scavi, fu situata in quel luogo da Pietro Malanotti con iscrizione in epigrafe latina alla base con notizie sul ritrovamento.
Sempre a Tezze, di grande valore storico: il cimitero inglese che raccoglie i caduti inglesi del XIV° Armata (1920), i borghi BellussiMalta e Zanetti.
Ricordiamo infine, caratteristica per la sua forma architettonica tipicamente veneta, Casa Fossa, ora De Nardo, a Visnà.

Itinerario Ricreativo-Sociale

Palazzetto dello Sport

Vazzola offre le bellezze di prestigiosi palazzi seicenteschi, già citati, ed il suggestivo Parco Rossi confinante col complesso di Scuole Medie, Elementari, Materna e l’imponente Palazzetto dello Sport capace di soddisfare le esigenze di sportivi di ogni tipo: basket, volley, calcetto, karate, kick-boxing, danza, aerobica, pattinaggio, attività didattiche per la scuola dell’obbligo, attività motoria per ogni tipo e fascia d’età; palestrina attrezzata con le più moderne strumentazioni sportive.
Il Parco Rossi è dotato di giochi per bambini e ragazzi, pista per pattinaggio e di una recente struttura polivalente di accoglienza per tante occasioni culturali-ricreative e sportive.

area verde attrezzata Parco Rossi

L’intensa attività socio-culturale e sportiva del Comune di Vazzola trova ancora accoglienza in molte altre strutture e spazi attrezzati come: Stadio Comunale, pista polivalente, campo da tennis e volley, biblioteca comunale informatizzata e collegata in rete con servizio informagiovani, centro sociale per le associazioni a Vazzola; area verde e struttura Centro-Vicinalis a Visnà; area verde, campo sportivo, casa del popolo, pista di pattinaggio, bocciofila e birillistica a Tezze.