Centro Raccolta Differenziata

Raccolta Rifiuti

Il CeRD, puo' accogliere varie tipologie di rifiuto di cui sono stabiliti i quantitativi massimi pro-capite, che normalmente vengono prodotti in attività familiari.

Riferimenti

Entrata CeRD

Indirizzo

  • Via Serenissima  - Z.I. Vazzola Est

Orari di apertura

  • Mercoledì dalle ore 14.00 alle ore 17.00
  • Sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00

Gli ecocentri o CdR (Centri di Raccolta) sono luoghi per il conferimento dei rifiuti differenziati appositamente dotati di grandi contenitori di raccolta.

Generalmente in ogni Comune è presente un "ecocentro" presso cui possono essere conferiti dagli utenti tutte le diverse tipologie di rifiuti recuperabili e svariati tipi di rifiuti urbani pericolosi (RUP). Nel territorio del Bacino TV1 tali centri vengono gestiti in molti casi, e così è anche per il Comune di Vazzola, da SAVNO .
Gli Ecocentri o CdR sottostanno alle seguenti norme di legge:

  • DM 08/04/2008 modificato con DM 13/5/2009: “Disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani in modo differenziato – Art. 183, comma 1, lettera cc) del Dlgs 3/6/2006 n. 152 e successive modifiche”;
  • Regolamento Consortile per la gestione dei rifiuti urbani;
  • Regolamento Consortile per la gestione dei Centri di Raccolta.


Il personale operativo all'interno di queste aree è appositamente formato per poter assistere e consigliare correttamente gli utenti conferenti ma anche per far rispettare le disposizioni previste dalla normativa nazionale, dai regolamenti consortili e dalla Provincia. Tutti gli utenti che conferiscono rifiuti negli ecocentri sono tenuti a portare i propri rifiuti già differenziati.

Accesso card per le aziende

Con l’entrata in vigore del DM 08/04/2008 modificato con DM 13/5/2009: “Disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani in modo differenziato – Art. 183, comma 1, lettera cc) del Dlgs 3/6/2006 n. 152 e successive modifiche”, e in base al Regolamento Consortile per la gestione dei rifiuti urbani e al Regolamento Consortile per la gestione dei Centri di Raccolta, dal 18 gennaio 2010 è obbligatoria la registrazione di tutti gli ingressi delle utenze non domestiche che possono conferire le seguenti tipologie di rifiuto non pericoloso:

• CER 150101 imballaggi carta e cartone
• CER 150102 imballaggi in plastica
• CER 150103 imballaggi in legno
• CER 150104 imballaggi in metallo
• CER 150107 imballaggi in vetro
• CER 200307 ingombranti
• CER 200201 sfalci e potature
• CER 200125 oli e grassi commestibili
Con l’entrata in vigore del DM 08/04/2008 modificato con DM 13/5/2009: “Disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani in modo differenziato – Art. 183, comma 1, lettera cc) del Dlgs 3/6/2006 n. 152 e successive modifiche”, e in base al Regolamento Consortile per la gestione dei rifiuti urbani e al Regolamento Consortile per la gestione dei Centri di Raccolta, dal 18 gennaio 2010 è obbligatoria la registrazione di tutti gli ingressi delle utenze non domestiche che possono conferire le seguenti tipologie di rifiuto non pericoloso:

  • CER 150101 imballaggi carta e cartone
  • CER 150102 imballaggi in plastica
  • CER 150103 imballaggi in legno
  • CER 150104 imballaggi in metallo
  • CER 150107 imballaggi in vetro
  • CER 200307 ingombranti
  • CER 200201 sfalci e potature
  • CER 200125 oli e grassi commestibili

Utenze non domestiche

Le utenze non domestiche devono essere identificate e registrate all’ingresso comunicando i seguenti dati:

  • Ragione sociale
  • partita IVA
  • targa del mezzo aziendale che conferisce
  • descrizione tipologia del rifiuto
  • codice CER del rifiuto
  • quantità

L’Addetto al controllo ha facoltà di respingere in qualsiasi momento chiunque non sia in grado di esibire i documenti previsti.

Le utenze non domestiche possono trasportare rifiuti non pericolosi per un quantitativo massimo giornaliero di 30 kg o 30 litri complessivi come previsto dal D. Lgs 152/2006 art. 193 comma 4 ) ed esclusivamente con veicolo aziendale.

Tale regola si applica anche per il rifiuto vegetale (sfalci e ramaglie) conferito al cento di raccolta per trasporti effettuati direttamente dal produttore dei rifiuti stessi, in modo occasionale e saltuario. 

Per ulteriori informazioni

Non abbandonate i rifiuti per strada, all'esterno delle campane o in maniera scorretta all'ecocentro.

Pulizia ed igiene sono segnali di civiltà, educazione, rispetto per gli altri e quindi per sè stessi. Nel suo piccolo, chi segue le regole e le rispetta contribuisce a mantenere un Paese pulito e a ridurre i costi.

Le trasgressioni sono punite con sanzioni che possono ammontare fino a 518,84 euro

Trasgressioni a titolo esemplificativo si elencano:

  • abbandonare i rifiuti fuori contenitori
  • inserire nei contenitori rifiuti diversi da quelli per cui sono destinati
  • esporre i contenitori del secco e dell'umido in giorni diversi da quelli stabiliti
  • Imbrattare il suolo pubblico
  • abbandonare rifiuti ingombranti, metalli, beni durevoli
  • smaltire l'olio vegetale nella fognatura
  • bruciare i rifiuti